MammographyBreastCancer

Cancro al Seno

Facebook
Facebook
Instagram
Pinterest
Pinterest
Email Me
RSS

“Il mio consiglio è di ricordare che solo tu puoi combattere il tuo cancro. Altre persone possono fare il bucato, preparare i pasti e persino asciugare le lacrime. Devi, anche se è la prima volta nella tua vita, pensare prima a te stesso. Nessuno può combattere questa battaglia nel miglior modo possibile. “-Deborah, sopravvissuta al cancro al seno Da” Cosa mi ha aiutato a sconfiggerlo”- American Cancer Society

Quanti di noi sono stati colpiti dal cancro al seno? O per averlo, o conoscere qualcuno che lo è stato.

A mia zia è stato diagnosticato quando aveva 65 anni, fase 3b, l’ha battuto. Alla mia amica intima gli è stato diagnosticato a 47 anni, stadio 3, battuto. Entrambi i tumori erano HER-2 (alimentati con estrogeni). Mia zia ha fatto una TOS (Terapia Ormonale Sostitutiva) per un’isterectomia molti anni fa. La mia amica ha assunto ormoni per aumentare le sue possibilità di rimanere incinta. Entrambi erano ormoni sintetici. Potrebbe esserci un legame diretto tra gli ormoni sintetici e il cancro al seno? Mia zia non è mai stata testata per la mutazione del gene BRCA 1 & 2, ma la mia amica è risultata positiva. Nessuna di queste donne aveva una storia familiare di cancro al seno.

Move a Mountain

“Ti è stata assegnata questa montagna per mostrare agli altri che puoi riuscire a spostarla.” –Wordtothewerd

Statistica degli Stati Uniti

Alcune statistiche qui sotto sono per gli Stati Uniti da BreastCancer.org:

• Nel 2018, si stima che 266.120 nuovi casi di carcinoma mammario invasivo saranno diagnosticati nelle donne negli Stati Uniti, insieme a 63.960 nuovi casi di carcinoma mammario non invasivo (in situ).

• Circa 2550 nuovi casi di carcinoma mammario invasivo dovrebbero essere diagnosticati negli uomini nel 2018. Il rischio di cancro alla mammella nel corso della vita di un uomo è di circa 1 su 1.000.

• I tassi di incidenza del cancro al seno negli Stati Uniti hanno iniziato a diminuire dal 2000, dopo essere aumentati negli ultimi due decenni. Sono diminuiti solo del 7% dal 2002 al 2003. Una teoria è che questa diminuzione era parzialmente dovuta all’uso ridotto della terapia ormonale sostitutiva (TOS) da parte delle donne dopo che i risultati di un ampio studio chiamato Women’s Health Initiative sono stati pubblicati nel 2002. Questi risultati hanno suggerito una connessione tra TOS e aumento del rischio di cancro al seno.

• Nelle donne sotto i 45 anni, il cancro al seno è più comune nelle donne afro-americane che nelle donne bianche. Nel complesso, le donne afro-americane hanno maggiori probabilità di morire di cancro al seno. Per le donne asiatiche, ispaniche e native americane, il rischio di sviluppare e morire di cancro al seno è più basso.

• Il rischio di cancro al seno di una donna quasi raddoppia se ha un parente di primo grado (madre, sorella, figlia) a cui è stato diagnosticato un cancro al seno. Meno del 15% delle donne che hanno un tumore al seno hanno un familiare diagnosticato con esso.

• Circa il 5-10% dei tumori al seno può essere collegato a mutazioni geniche (alterazioni anomale) ereditate dalla madre o dal padre. Le mutazioni dei geni BRCA1 e BRCA2 sono le più comuni …

• Circa l’85% dei tumori al seno si verifica in donne che non hanno una storia familiare di cancro al seno. Questi si verificano a causa di mutazioni genetiche che si verificano a causa del processo di invecchiamento e della vita in generale, piuttosto che le mutazioni ereditarie.

• I fattori di rischio più significativi per il tumore della mammella sono il genere (essere una donna) e l’età (invecchiando). “

“Ha passato l’inferno e ne è uscito un angelo. Non l’hai spezzata, tesoro. Tu non possiedi questo tipo di potere. “-BMM Poesia

Parlando Globalmente

In tutto il mondo, Medical News Today scrive:

“La maggior parte delle nuove diagnosi e decessi per cancro al seno si verificano nei paesi in via di sviluppo rispetto ai paesi occidentali.

Nel 2012, il Belgio ha avuto il più alto tasso di cancro al seno nel mondo, con 111,9 casi ogni 100.000 donne adulte.

Il maggior numero di casi nei paesi in via di sviluppo è in parte dovuto alla maggior parte della popolazione presente rispetto al resto del mondo.

Tuttavia, negli ultimi decenni i tassi sono aumentati costantemente anche in queste nazioni non sviluppate.

L’incidenza del cancro al seno, o il numero di casi per 100.000 donne, è ancora più basso nei paesi in via di sviluppo rispetto all’Occidente, ma i tassi di mortalità per malattia sono più alti. Questo può essere attribuito a diagnosi successive e scarso accesso al trattamento.

Al contrario, il tasso di cancro al seno per 100.000 donne è più alto negli Stati Uniti, in Canada e in Europa rispetto ai paesi in via di sviluppo. Viceversa, i tassi di mortalità sono nettamente inferiori.

Nei paesi occidentalizzati, più casi di cancro al seno vengono rilevati precocemente quando una cura è più probabile e più donne sono in grado di ottenere un trattamento.”

“A volte abbiamo bisogno che qualcuno sia semplicemente lì, non per aggiustare nulla, o per fare qualsiasi cosa in particolare, ma solo per farci sentire che siamo assistiti e supportati” -HealthyPlace.com

Mia zia, che sta compiendo 77 anni, ha detto che in un primo momento era una notizia devastante scoprire di avere un cancro al seno. E’ stata male durante la chemioterapia. Ha fatto una linfoadenectomia per rimuovere 3 linfonodi e una lumpectomia per rimuovere il tessuto canceroso dal seno. I suoi dottori dissero che aveva un tumore molto lento, probabilmente lo aveva avuto per 10 anni prima della diagnosi. Lei ha detto che ciò che “ha imparato” è stato un nuovo apprezzamento per ogni singolo giorno.

La mia amica, che ora ha 51 anni, ha detto che quando ha scoperto di avere un cancro al seno si sentiva scioccata e nauseata, e poi spaventata e arrabbiata. Ha fatto anche una linfoadenectomia e una mastectomia bilaterale. In seguito ha subito un intervento di chirurgia ricostruttiva del seno. Ha una nuova prospettiva di vivere ogni giorno come se fosse l’ultimo. Lei ringrazia Dio per i suoi sei sensi che lei spesso dà per scontata.

“Il cancro sarà solo un capitolo della tua vita, non l’intera storia”. -Joe Wasser

Facebook
Facebook
Instagram
Pinterest
Pinterest
Email Me
RSS

Leave a Reply