Ageism

Ageism

Facebook
Facebook
Instagram
Pinterest
Pinterest
Email me
RSS

Il primo uso documentato della parola "ageism" come riportato da Merriam-Webster era nel 1969, che definisce l'Ageismo come: "pregiudizio o discriminazione nei confronti di un particolare gruppo di età e soprattutto degli anziani". Dictionary.com aggiunge, "la tendenza a considerare le persone anziane come debilitati, indegni di attenzione, o inadatti all'occupazione."

Quanti di noi hanno ascoltato queste parole, "sembri abbastanza bravo, per la tua età". Mi ricordo quando ero più giovane direi la stessa cosa-come se l'invecchiamento doveva essere un qualificatore per qualsiasi bella dichiarazione che stavi facendo. Quando ho girato 40, non ho mai più usato quelle parole, "per la tua età".

L'organizzazione mondiale della sanità offre questo: "l'Ageismo è ampiamente diffuso e deriva dal presupposto che tutti i membri di un gruppo (per esempio gli adulti più anziani) siano gli stessi. Come il razzismo e il sessismo, l'Ageismo serve uno scopo sociale ed economico: legittimare e sostenere le disuguaglianze tra i gruppi. Non si tratta di come guardiamo. Si tratta di come le persone che hanno influenza, assegnano un significato a come guardiamo. "

Perché ci sentiamo in questo modo circa il 50 + gruppo di età? Forse comincia a casa? O a scuola? Ho pensato di chiedere ad alcuni uomini e donne oltre l'età di 75 e anche alcuni che avevano meno di 30 anni per vedere se c'era un'area di cattiva comunicazione, comunanza o miglioramento.

Questo è quello che avevano da dire

Ageism

Circa la metà del gruppo di età 75 + sentiva gli effetti dell'Ageismo. 

Diane, all'età di 75 anni, originaria dello stato di New York, USA, ha detto che "a volte le persone sembrano pensare che io sia debole o non possa funzionare sulla mia stessa velocità". Ho chiesto se si sentiva mai invisibile a cui ha risposto: "Sì, in certe situazioni di shopping. È come se non ho alcun valore o forse I soldi per selezionare e acquistare... Io non sono ricco, non abito in stracci, ma sono spesso trascurato o evitato da personale clericale o negozio. Diventa frustrante ".

Gail, di 80 anni dall'Ontario, in Canada, è alquanto esuberante, il che mi fa desiderare di sedermi proprio accanto a lei. Quando ho chiesto se si sentiva discriminata a causa della sua apparizione all'età esteriore ha scritto, "sono fondamentalmente disabilitato ora, quindi Sì, la discriminazione è molto presente. Molte volte, siamo ignorati nei negozi, o la gente mi guarda con disprezzo nei loro occhi.

La domanda di follow-up è stata se si è trovata mordere la lingua o tacere a meno che la sua opinione è stato chiesto. "Ancora molto lavoro su questo. Continuo a promettere di stare zitto, ma non sono molto bravo. Trovo che trascorro un sacco di tempo da solo così quando la compagnia è presente, mi sento chiacchiere su e su, e odio che su di me. Un lavoro in corso. "

Gail si sente mai invisibile? "Sì, sfortunatamente. Sono invisibile la maggior parte del tempo e mentre lo capisco, lo odio.

Gail aggiunse, "la parte più difficile dell'invecchiamento è la costante, senza fine senso di perdita. Amici, famiglia, ridimensionamento è costante, la salute peggiora, su e su, perdita dopo perdita. Nessun modo si può evitare, ma semplicemente non si ferma.

Olwyn-Ann, invecchiato 75 anni e originariamente dall'Inghilterra, ha detto che ha scoperto che durante l'attesa in code era costantemente trascurato, soprattutto dagli uomini.

Ho chiesto ed, invecchiato 75 e originario della Lettonia, se mai si sentiva invisibile. Ha dato una risposta piuttosto interessante. Disse: "No, non lo faccio. Quelli che probabilmente si sono resi invisibili ". Ho anche chiesto ed se si trovò mordere la lingua o tacere a meno che la sua opinione è stato chiesto. "Bisogna valutare la situazione. Ci sono troppe volte che nessun parere farà un impatto su coloro che sono voicing loro ".

Mi piace molto il pensiero di ed.

La mia zia Judi, di 77 anni di età dal New Jersey, USA ha detto che si sentiva invisibile in grandi spazi pubblici, ma non tanto in spazi controllati più piccoli. Ha detto che si sente discriminata da "adolescenti e persone a vent'anni".

Ho chiesto a Faye, quasi 78 dal Canada, se avesse mai sentito come gridare al mondo, "sarò grigio, ma non sono ancora morto!" Risposta di Faye, "Sì! Sì! Sì! " Quando le ho chiesto se avesse mai sentito come il suo contributo a una conversazione sarebbe caduto su orecchie sorde, ha detto: "Sì. La mia realtà è quasi il contrario totale di loro. Devono ancora sperimentare le situazioni che ho sopravvissuto, e spero e probabilmente non sarà mai necessario ".

CIBO PER IL PENSIERO...

"Le donne non solo portano il peso dell'equazione della bellezza con i giovani, la perpetuiamo — ogni volta che tacciamo i nostri capelli per coprire il grigio o la bugia sulla nostra età, per non parlare di una chirurgia plastica per coprire i segni dell'invecchiamento."-Ashton Applewhite, questa sedia rocce : Un manifesto contro l'Ageismo

La folla under 30

Chloe laurea 2018

Ho pensato che fosse giusto ottenere l'opinione di un altro gruppo di età su come si sentiva circa l'ageismo e come si relaziona con l'Ageismo nell'adulto più anziano. Fortunatamente, ho un figlio e una figlia nei loro 20' s insieme con le opinioni di alcuni dei loro amici.

Ho chiesto loro tutto quello che provavano per le persone anziane. Daniel, di 22 anni con un diploma di laurea in giustizia penale, ha detto questo: "Mi sento come alcune persone anziane pensano di sapere troppo. Non vogliono ascoltare la ragione ". Ha continuato a dire che, "sento la generazione più anziana discriminare contro i giovani, tuttavia, sento che il giovane fa lo stesso."

Jaime, di 23 anni con una laurea in filosofia, ha detto: "Penso che gli anziani abbiano molto da insegnarci sulla vita e abbiano storie importanti da raccontare. Anche se, come si invecchia sembra come se un sacco di persone sono diventati molto impostati nei loro modi (che è completamente comprensibile) e chiuso mentalità (non in ogni caso, naturalmente) e penso che porta a fraintendimenti e viste fuorviate degli altri e la prossima generazione.

Quando ho chiesto a James, di 26 anni con una laurea in psicologia e attualmente in giurisprudenza, se sentiva la generazione più anziana discriminata contro i giovani, disse: "in una certa misura. Ma, vorrei speculare che non è più di quanto io pregiudica le persone più grandi e più giovani di me. In ogni caso, questo pregiudizio può essere superato dimostrando la propria conoscenza o abilità. "

Chloe, aged 23 is a Registered Nurse. When asked if she thought older people contribute to society and if they did, in what way – she replied, “I love older people. I do not infantilize them. They have seen crap and need to be heard. They may not be able to physically add to society by doing (this does not apply to everyone), but intellectually and emotionally speaking, they add so much!”

Ho chiesto a Kara, all'età di 22 anni, di laureandosi in business, se si sentiva discriminata dalle vecchie generazioni. Ha detto: "a volte il mondo è cambiato e alcune persone non riescono a realizzarsi".

Megan, di 22 anni con una laurea in economia, quando si chiedeva se sentiva la sua opinione è stata licenziata dalla generazione più anziana, aveva detto: "No, non mi sento come se la mia opinione è respinta dalla vecchia generazione." Ma poi ha continuato a dire: "dal mio punto di vista, vedo anche una tendenza (nel contesto imprenditoriale) dove la gestione di livello superiore vi include in discussione e permette di contributo per farvi sentire che siete una parte del gruppo, ma piuttosto viene licenziato automaticamente. Quasi come se fosse una bufala.

Per il mio divertimento, ho chiesto a ciascuno di loro che età considerano "vecchio".

Daniel... "Penso che il vecchio sia una mentalità. Una volta che ti impegni a essere vecchio mentalmente, il tuo corpo segue ".

Jaime... "Dipende dall'individuo. Alcune persone invecchiano a 50 e altri a 80. Penso che anche se per me, probabilmente inizierò a pensare a me stesso come vecchio quando mi sto avvicinando 60 ".

James... "Quand'ero bambina, consideravo qualcuno che aveva vent'anni di età. Ora che ho 26 anni, considero una persona nella loro tarda 50 a 60' per essere ' più vecchio '. Old inizia all'età di 70 per me.

Chloe... "Una volta che hai colpito 70, stai invecchiando."

Kara... "60ish o giù di lì."

Megan... "Direi circa 60 anni di età."

Ho chiesto a ciascuno dei under 30 gruppo quello che pensavano dovrebbe essere fatto per colmare il divario, come un modo per porre fine ageism. Quasi all'unanimità, e senza la conoscenza di ciò che l'altra persona ha detto, "comunicazione" è stata la loro risposta.

Generazione

Infine

Penso che la responsabilità di porre fine all'ageism si situi in due ambiti. Primo, al livello delle scuole superiori. Dovrebbe essere obbligatorio per ogni studente di scuola superiore di prendere una classe di ageism una volta all'anno per gli anni che sono a scuola. Forse il primo anno gli studenti imparano la storia di ciò che era come crescere nella generazione delle generazioni più anziane. Forse il secondo anno, gli studenti imparano a conoscere tutti i successi dei contributi delle generazioni più vecchie alla società. Un altro anno speso per comunicare i desideri e le esigenze di entrambe le generazioni, e così via. Per il loro ultimo anno ogni studente deve fare amicizia con una persona anziana e intervistarli, trascorrere una settimana con loro (a casa loro) per vedere che cosa la loro vita è davvero come. L'altra area di responsabilità è a casa. Un sacco di come mamma e papà trattano e comunicano con i loro genitori e i membri della famiglia più anziani dice molto ai loro figli. Se sono trattati con rispetto, gentilezza, amore, e un vero affetto per le loro storie e saggezza, andrà una lunga strada. 

Ciò che si riduce a dire semplicemente, comunicazione.

Facebook
Facebook
Instagram
Pinterest
Pinterest
Email me
RSS

2 thoughts on “Ageism”

  1. I wish our society valued the elderly more and that we, as women, would allow ourselves to grow old with grace. In many cultures, gray hair and wrinkles are valued in a person. I wish our culture would adopt this view and quit trying to hold onto youthful appearances. Be happy with who you are today and see your beauty just as you are.

Lasciare una risposta