Forgive for Italian Article

Perdonare te Stessa

Facebook
Facebook
Instagram
Pinterest
Pinterest
Email Me
RSS

Più di un anno fa mia nonna è morta. Molte conversazioni ed e-mail, che a volte erano sgradevoli, andavano avanti e indietro tra mia zia e mio fratello. E’ un pò più lunga questa storia, ma per gli scopi di GreyFeathers, l’ho accorciata.

Mia zia ha completamente escluso dalla sua vita me, mio fratello e praticamente mia sorella. Le ho chiesto ripetutamente cosa avevo fatto, in modo che potessimo parlarne, chiarire e andare avanti. Ma oltre a dire che le ho mentito (non dicendomi su cosa le avessi mentito), ha detto che non voleva più discuterne. E questo è quanto. Sono passati 18 mesi senza comunicazione. Fa male non averla nella mia vita.

Sto ancora cercando di conciliare ciò che ho detto che l’ha turbata. Ma allo stesso tempo, devo perdonarmi – non per quello che avrei detto, ma per aver ferito i suoi sentimenti.

Quindi, ti chiedo, come si fa a perdonarsi? Penso che potrebbe richiedere una vita per alcuni di noi. Come donne, la maggioranza di noi è più dura con se stessi di chiunque altro.

Quante volte ti è passato per la testa qualcosa che hai detto o fatto, che col senno del poi non avresti detto o fatto? Ti abbatti ripetutamente ripetendo la situazione nella tua mente. Forse hai rimpianti delle tue azioni? Forse vorresti che avessi tenuto la bocca chiusa? Ma non importa, non ti sei perdonato.

Sono sicura che la persona che hai fatto torto ti abbia già perdonato. In effetti, scommetto che metà delle cose che pensiamo siano cattive azioni da parte nostra, non si siano nemmeno registrate come cattive nella mente dell’altra persona. A volte pensiamo che le nostre parole e le nostre azioni siano peggiori di quanto non siano in realtà. Se sono la tua amata o la tua amica, so che ad un certo punto ti perdoneranno, o dovrebbero.

Ma cosa succede se non ti perdonano, dopo esserti sinceramente scusato. Dobbiamo ricordare a noi stessi che siamo UMANI e che gli esseri umani commettono errori ogni giorno (speriamo non siano gli stessi!). Senti che se non sei perdonato, non meriti di perdonare te stesso?

Ammettendo Che Tu Sia Umano

L’autore di Psychology Today, il Dr. Matt James, scrive “Per perdonare noi stessi, dobbiamo prima ammettere a noi stessi che l’abbiamo sbagliato. Dobbiamo assumerne la responsabilità e riconoscere il difetto o l’errore, e questo sembra quasi contrario al nostro senso di sopravvivenza!

“È utile ricordare che gli errori, i fallimenti e persino gli atti incredibilmente stupidi fanno parte dell’essere umani. È così che impariamo e cresciamo. Se non sei mai imbarazzato o sbagliato e se non commetti un errore, probabilmente stai in una zona di comfort piuttosto stretta.

Apprezza i tuoi passi falsi per quello che sono: un trampolino di lancio sul tuo cammino. ”

Penso che possiamo ammettere tutti quando abbiamo fatto qualcosa di sbagliato, ma è possibile che abbracciamo il nostro passo falso come un trampolino di lancio nel nostro viaggio?

Lo scrittore Michael Davidson di TinyBuddha.com scrive che parlare con qualcuno può essere utile, “A volte devi solo togliertelo dal petto. Parlare con qualcun altro di ciò che ti disturba può avere seri benefici.”

“Un’altra prospettiva. Quando sei arrabbiato con te stesso, le emozioni possono offuscare le tue capacità di ragionamento (Mi ha letto nella mente). Un amico spesso indica un motivo per cui ti meriti di perdonare te stesso che non avresti mai visto.

Supporto sociale. Ti senti sempre meglio quando qualcun altro ti dà le spalle. Sapere che le altre persone sono meno critiche di te rispetto a te stesso può essere incoraggiante. ”

Il Dio Fattore

Se quanto sopra non è adatto a te, forse una passeggiata con Dio potrebbe aiutarti. Ho trovato uno spunto  interessante da biblestudytools.com, in cui Leslie Vernick scrive, “Prima che qualcuno possa accettare con esperienza la grazia di Dio, deve accettare emotivamente (non solo intellettualmente) chi è (se stesso).”

A quest’età, penso che siamo arrivati a renderci conto che non siamo perfetti, sì? E facciamo innumerevoli errori, sì?

Lei continua: “C’è un solo Dio, e lei non è lui. È una creatura: una che è chiamata sia santa che peccatrice, bella e distrutta. L’umiltà è l’unica via che le darà la libertà interiore che desidera ardentemente perché una volta che è umile – Gesù la chiama ‘povera di spirito’ – sarà in grado di accettare emotivamente chi è – una creatura fallibile, imperfetta e peccaminosa chi non sa tutto.  Quindi, non sarà più così scioccata, non avrà vergogna o sarà delusa quando vedrà il suo lato più oscuro, peccaminoso e debole.

Non sono i suoi peccati e fallimenti che causano il suo più grande dolore emotivo. Piuttosto, sono le sue aspettative non realistiche di se stessa e la sua mancanza di accettazione quando lei si incasina “. Aspettative non realistiche di noi stessi. Non ci ho mai pensato così. Penso che Leslie Vernick abbia qualcosa … “In un modo arretrato, il suo orgoglio è stato ferito. È delusa dal fatto che non sia migliore di lei. “Oh mio Dio, amo questa donna. “Ma la verità è che non lo è. Abbracciando quella verità, è anche libera di abbracciare e sperimentare la bellezza della grazia. ”

È una Scelta

Perché possiamo perdonare gli altri che hanno “fatto male” ma non possiamo perdonare noi stessi? Allaboutgod.com scrive qualcosa che non ho mai pensato nel modo in cui descrivono la scelta di perdonare te stesso.

“Se non ti perdoni dei peccati passati, è una forma di orgoglio. Ogni volta che stabiliamo un diverso insieme di regole, un insieme più elevato di standard per noi stessi rispetto agli altri, questo è l’orgoglio. Quando riusciamo a trovare dentro di noi il perdono degli altri, ma non noi stessi, stiamo dicendo che siamo meno capaci di prendere una decisione sbagliata rispetto ad altri. Siamo in qualche modo più intuitivi, più saggi, più perspicaci, più attenti di altri, e quindi, siamo senza scuse e non dovremmo perdonare noi stessi. Quando rifiutiamo il perdono esteso a noi da Dio e dagli altri, quando ci rifiutiamo di perdonare noi stessi, ciò che stiamo facendo è metterci sopra gli altri e questo è l’orgoglio! ”

Floweres in VaseAlla Fine

Forse un giorno mia zia prenderà il telefono o mi manderà un messaggio o scriverà una nota dicendo che finalmente vuole parlare e pulire l’aria. Spero che a quell’ora non siano passati molti anni perché resterebbero meno anni da passare insieme. Tempo è dell’essenza.

Lavoriamoci tutti, e per quanto mi riguarda, devo lasciar andare qualsiasi cosa abbia detto che ferisca i suoi sentimenti perché sono solo una ragazza umana, facendo ciò che gli umani fanno … commettendo errori.

Se ti piace questo articolo, per favore condividilo con i tuoi amici.

 

Facebook
Facebook
Instagram
Pinterest
Pinterest
Email Me
RSS

Leave a Reply